Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni leggi la nostra Cookie Policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Giovedì, 21 Febbraio 2019

 

A.D. IX KAL. MAR.
ante diem nonum Kalendas Martias

Parentalia
Feralia

 

A.U.C. MMDCCLXXII
(anno 2772 Ab Urbe Condita)

ARCHEOLOGIA: dal greco archaiologhìa, che ha il significato letterale di indagine o ricerca riguardo le cose antiche. Tucidide chiama l’introduzione alla sua opera storica archaiologhìa e proprio qui si trova la prima deduzione storica su base archeologica, infatti lo storico greco afferma che originariamente le isole dell’Egeo erano abitate da Fenici e Cari e mostra le prove per la sua tesi (I, 8): “Ed eccone la prova. Quando durante questa guerra gli Ateniesi purificarono Delo e tolsero tutte le tombe dall’isola, oltre la metà delle salme apparvero di Cari, riconoscibili dall’armatura sepolta con essi e dal sistema con il quale seppelliscono ancora adesso.”
Dopo essere passata per l’antiquaria e la storia dell’arte classica oggi l’archeologia è definita la scienza dell’antichità che ha come obiettivo la conoscenza e la ricostruzione storica delle antiche civiltà. Per raggiungere questo scopo si avvale dello studio delle testimonianze materiali, come monumenti, epigrafi, monete, manufatti, e delle eventuali fonti scritte e iconografiche. Il metodo di indagine che caratterizza l’archeologia è lo scavo sul terreno, al quale si affiancano la ricognizione di superficie e l’analisi dei resti monumentali. Inoltre l’introduzione di analisi fisiche e chimiche ha consentito di ampliare e affinare le tecniche di indagini archeologiche. Direttamente connesso con l’archeologia è anche il lavoro di restauro e conservazione dei resti materiali ritrovati, che consente la tutela dei beni culturali e la preservazione degli stessi nel corso del tempo. L’archeologia viene divisa in settori cronologici e geografici con la creazione della paleontologia, l’archeologia preistorica e protostorica, classica, cristiana, medievale, islamica, post-medievale, industriale, orientale (a sua volta divisa in egittologia, archeologia del Vicino Oriente, del Medio Oriente dell’Estremo Oriente), dell’Africa, delle Americhe, dell’Oceania. Oltre a queste suddivisioni troviamo inoltre diversi ambiti di ricerca che suddividono ancora l’archeologia in base alle tecnologie usate o alla tipologia dei reperti, come l’archeologia subacquea, l’archeologia dell’architettura, della produzione, l’etnoarcheologia e così via.

_____________________________________________

Plus esse in uno saepe, quam in turba boni. 
(Spesso c'è più buon senso in uno solo che in tutta una folla.)
Caio Giulio Fedro, Fabulae,IV, 5